Vendita di stufe e camini online

Imposta ordine discendente

9 oggetto(i)

WhatsApp

giovedì 7 aprile 2016 15.59.52 Europe/Budapest

 Fuocovivo

 

Vista la forte richiesta da parte di voi clienti:
Da oggi anche su FUOCOVIVO è attivo il servizio WhatsApp, 
ora potete inviare al nostro numero
347-2602727
immagini e altri dati in maniera semplice , immediata e gratuita

Read More
Posted By by la redazione

promozione pasqua 2016

giovedì 31 marzo 2016 07.59.13 Europe/Budapest

Buono sconto da € 100 per acqusiti superiori ai 1000 euro

EASTER2016

Read More
Posted By by la redazione

FUORI TUTTO

sabato 30 gennaio 2016 16.40.20 Europe/Budapest

SU TUTTI GLI ARTICOLI A MAGAZZINO (100 E PIU') .....PREZZI SOTTOCOSTO

 

es: stufa Cs Thermos Lousie 90 Biomassa prezo € 2635....con il FUORITUTTO € 1600 

http://fuocovivo.it/occasioni/louise-90-biomassa

Read More
Posted By la redazione

Detrazione Fiscale 50%

martedì 22 dicembre 2015 08.22.08 Europe/Budapest

Potete ottenere una detrazione fiscale Irpef del 50% in dieci anni dell’importo pagato per acquistare una nuova stufa o camino, se i lavori effettuati rientrano in un progetto di risparmio energetico o di ristrutturazione edilizia.

Attenzione, la detrazione del 50% è valida per le spese sostenute entro il 31/12/15. Dal primo gennaio 2016 la detrazione scenderà al 36%, salvo ulteriori proroghe.

 

CHE PRODOTTI RIENTRANO

 

Per rendimenti e potenza, l’intera gamma dei prodotti MCZ a pellet e legna rientra in questa agevolazione. Il commercialista vi chiederà una dichiarazione del produttore per certificare che la stufa o il camino che avete acquistato rientri nell’incentivo.  

 

PER APPROFONDIRE

 

Per maggiori informazioni sulle procedure e sui documenti da presentare per ottenere l’agevolazione, vi può essere utile cliccare qui.

 

Posted By La Redazione

Detrazione fiscale 65% per la riqualificazione energetica

venerdì 11 dicembre 2015 16.59.29 Europe/Budapest

IN COSA CONSISTE:

 

Potete ottenere una detrazione fiscale Irpef del 65% in dieci anni dell’importo pagato per acquistare un nuovo apparecchio di riscaldamento a biomassa, se i lavori effettuati rientrano in un più ampio progetto di riqualificazione energetica dell’edificio esistente (intervento riferito al comma 344 – vedi vademecum ENEA).

 

La legge di stabilità 2015 ha inoltre esteso l’agevolazione del 65% anche alle spese sostenute dal 1° gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2015 per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro (intervento riferito al comma 347 – vedi vademecum ENEA). In questa detrazione specifica rientrano tutti i generatori di calore a biomassa, compresi quelli senza caldaia integrata, che soddisfano determinati requisiti di emissioni e rendimenti (vedi vademecum). Tale detrazione non prevede l’obbligo di presentazione dell’attestato di certificazione (o qualificazione) energetica.

 

Si può inoltre usufruire della detrazione fiscale del 65% fino ad un valore massimo di 60.000€ anche per l’installazione dei pannelli solari (e dei relativi bollitori) per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università (intervento riferito al comma 346). Anche in questo caso non si prevede l’obbligo di presentazione dell’attestato di qualificazione energetica; è sufficiente che i pannelli possiedano una certificazione di qualità conforme alle norme europee e una garanzia di almeno 5 anni (vedi Vademecum dedicato).

 

Attenzione, le detrazioni del 65% saranno in vigore fino al 31/12/15. Dal primo gennaio 2016 la detrazione scenderà al 36%, salvo ulteriori proroghe.

 

CHE PRODOTTI RIENTRANO:

 

Per rendimenti ed emissioni, l’intera gamma delle stufe e caminetti a pellet Hydro MCZ rientra nell’agevolazione secondo il comma 344, mentre per la detrazione riferita al comma 347 sono agevolabili anche tutti i prodotti a pellet senza caldaia e gli apparecchi a legna che superano l’85% di rendimento.

 

Il commercialista vi chiederà una dichiarazione del produttore per certificare che il prodotto che avete acquistato rientri nell’incentivo.

 

PER APPROFONDIRE:

 

Per valutare se il vostro intervento può essere considerato di “riqualificazione energetica” e per maggiori informazioni sulle procedure e sui documenti da presentare per ottenere l’agevolazione, vi invitiamo a rivolgervi ad un tecnico abilitato iscritto all’albo, che si occuperà di redigere i documenti da inviare ad ENEA: l’asseverazione energetica di intervento di riqualificazione per il comma 344, oppure la semplice asseverazione dei requisiti di prodotto per il comma 347.

Posted By La Redazione

Tempo di Offerte!

giovedì 3 dicembre 2015 12.27.10 Europe/Budapest

È già arrivato il Natale su FuocoVivo, e lo vogliamo festeggiare subito con voi! 

 

Siete già a conoscenza delle nostre promozioni?

 

Si, perchè ci sono almeno tre buoni motivi per riscaldare le vostre feste con FuocoVivo:

 

 - Sconto del 30% su tutti i prodotti Hergom

 - Offerta "SalvaPortafoglio" fino a gennaio: l'iva la paghiamo noi!

 - Imperdibili offerte nella nostra sezione Occasioni

 

Per saperne di più e rimanere sempre aggiornato sulle nostre iniziative visita il sito e seguici su Facebook!

Posted By La Redazione

Test Comparativo Altroconsumo

mercoledì 25 novembre 2015 16.48.56 Europe/Budapest

Avete già letto l’articolo di Altroconsumo?

Sul sito, scrive di aver sottoposto delle stufe ad un test sulla sicurezza previsto dalla legge,
dichiarando che alcuni modelli MCZ non hanno superato tali prove, in particolar modo i modelli EGO 2.0 e MUSA 2.0.

MCZ a questo proposito rassicura i propri clienti con un’informativa, e noi di FuocoVivo ve la riportiamo!mcz risponde alle accuse di altroconsumo

Posted By Redazione

Conto Energia Termico

venerdì 13 novembre 2015 16.11.39 Europe/Budapest

 

A partire dal 03/01/13 è entrato in vigore il cosiddetto “Conto Energia Termico” che prevede un contributo in denaro per l’acquisto di stufe, termocamini e caldaie a biomassa che rispondano a particolari requisiti e che siano installate in sostituzione di alcune tipologie di impianti di riscaldamento già esistenti.

Quindi non si tratta di una detrazione fiscale ma di un incentivo erogato direttamente dal GSE al richiedente in due anni (per stufe, termocamini, o caldaie fino a 35 kW) o in cinque anni (per caldaie sopra i 35 kW).

 

CHI PUÒ RICHIEDERLO?

 

Possono accedere al Conto Termico:

 

Privati (imprese, persone fisiche, condomini) o Amministrazioni Pubbliche, che sostituiscono un vecchio apparecchio a gasolio, olio combustibile, carbone o biomassa con un nuovo apparecchio a biomassa (legna o pellet);

Aziende agricole che installano un apparecchio a biomassa nuovo (anche non in sostituzione) o sostituiscono un apparecchio a GPL con uno a biomassa ad alta efficienza, in zona non metanizzata.

 

Un prodotto, per rientrare negli incentivi del Conto Termico, deve dimostrare di rispondere a standard qualitativi particolarmente restrittivi, sia in termini di rendimento che di emissioni in atmosfera.

l contributo che potete ottenere varia in funzione:

- della potenza nominale del prodotto scelto

- delle emissioni polveri in atmosfera rilasciate dal prodotto scelto

- delle ore di funzionamento calcolate in media in base alla Provincia e al Comune in cui sarà installato il prodotto

 

ATTENZIONE: A seguito della pubblicazione del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102, di “Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica”, a partire dal 19 luglio 2014, l’incentivo erogato al soggetto-responsabile non potrà superare il 65% dell’investimento complessivo (somma delle spese ammissibili).

 

L’ente responsabile della valutazione delle domande e dell’erogazione dei contributi è il GSE (Gestore Servizi Energetici), che ha aperto un portale dedicato (“Portaltermico”) con tutti i dettagli utili e le procedure di richiesta dell’incentivo. 

 

Lo trovate qui: Conto Energia Termico

 

All’interno del portale GSE sarà disponibile una scheda domanda che il soggetto responsabile o un suo delegato dovrà compilare esclusivamente on-line.

Andrà presentata entro 60 gg dalla data di conclusione dell’intervento (o entro 60 gg dall’attivazione del portale per i prodotti installati dal 3 gennaio 2013 alla data di disponibilità del portale).

 

Una volta verificati tutti i requisiti, entro 60 giorni il GSE darà risposta positiva o negativa (con eventuale richiesta di integrazione documentale) alla domanda di concessione dell’incentivo. In caso positivo, tra utente e GSE verrà siglato un contratto con l’obbligo di conservare la documentazione per tutta la durata dell’incentivo e per i 5 anni successivi.

Posted By Redazione

Convenzione Ospitalità

lunedì 13 aprile 2015 18.09.52 Europe/Budapest

Hai un Bed&Breakfast, un Hotel, un Agriturismo o un Ristorante?
Vorresti usufruire di uno sconto del 5% sui nostri prodotti
e fare pubblicità alla tua attività?

Read More
Posted By Redazione
Imposta ordine discendente

9 oggetto(i)

Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più
x